Veloce, utile e versatile: tutto quello che devi sapere su Canva.

Se ancora non conosci questo strumento, siamo sicuri che ci ringrazierai alla fine dell’articolo, dopo averlo provato e aver reso la tua vita un po’ più semplice.
Chi ha competenze grafiche può usare Photoshop o Indesign, ma Canva è utilissimo in tre casi:

  • Anche se hai competenze tecniche vorresti risparmiare tempo per i lavori meno impegnativi
  • Non hai competenze grafiche ma vuoi creare dei contenuti di livello per la tua azienda
  • Vuoi uno strumento semplice e graficamente efficace per fare azioni basiche come, ad esempio, sistemare il tuo CV o impostare una presentazione

Oggi parliamo di Canva, lo strumento di Graphic e Photo editing più utilizzato.

L’origine di Canva

Canva nasce nel 2012 in Australia, fondata da Melanie Perkins, e nel suo primo anno contava già 750.000 utenti.
L’esperto di social media e tecnologia Guy Kawasaki è entrato a far parte dell’azienda e ha innovato le funzionalità per renderlo conforme alle esigenze delle aziende nella creazione del loro materiale di marketing.

Questo strumento di progettazione grafica deve il suo apprezzamento da parte del pubblico non solo per i contenuti (foto, video, immagini vettoriali, grafiche e font) che mette a disposizione degli utenti, ma per la facilità di utilizzo, con il sistema drag’n’drop, che lo rende molto intuitivo e veloce, perfetto per dare sfogo alla tua fantasia ma anche per ispirarti con dei modelli già creati.

Una volta creato un account, sulla schermata principale di Canva trovi su “Modelli” le diverse categorie di contenuti pre-creati per ispirare la tua fantasia:

  • Social Media
  • Personale
  • Business
  • Marketing
  • Istruzione
  • Di tendenza

Con all’interno altri sottogruppi per dividere i post di Facebook, i CV, le presentazioni e tantissimo altro ancora.
Nei tuoi contenuti non creerai solo immagini, ma anche video, potrai inserire la musica, le GIF e usare le applicazioni che più preferisci per salvare o condividere i tuoi contenuti.

Dalla schermata iniziale non sottovalutare l’utilizzo dei “Tools” che Canva ti mette a disposizione:

  • Palette, dove ti vengono mostrati i colori che sono armonici se combinati
  • Combination, con delle idee per le combinazioni di Font da usare nei contenuti con il testo
  • Photo Editing, per editare le tue foto

Canva free, pro o azienale?

Una volta iscritto accederai di default ai contenuti gratuiti, che comprendono 250.000 modelli, 100 tipi di progetti differenti, 5 GB di spazio di archiviazione e la possibilità di inserire altri membri del tuo team per collaborare sui progetti.
Già con questo piano potrai ritenerti soddisfatto e trovare in Canva molte soluzioni per i tuoi contenuti.

Cosa riservano allora i piani a pagamento?
Kit aziendali per conservare o caricare i colori, i font personalizzati e altro per avere sempre a portata di mano le personalizzazioni che sono parte della tua strategia, ulteriore spazio di archiviazione, ridimensionamenti automatici e programmazione dei post su 7 diverse piattaforme, tra cui Facebook, Instagram e Pinterest, e tanto altro ancora.

Abbiamo racchiuso le principali funzioni per cui Canva può esserti utile nella tua strategia di marketing e comunicazione. Tu l’hai già usato? Faccelo sapere nei commenti!

Post Correlati

Leave a comment