19th Ave New York, NY 95822, USA

SEM e SEO: facciamo chiarezza sui termini

SEM e SEO sono due acronimi spesso confusi, ma indicano due strategie di ottimizzazione molto diverse. Analizziamole entrambe per capire le principali differenze.

SEO

Questo acronimo sta per Search Engine Optimization, in italiano “Ottimizzazione per i motori di ricerca”.
In pratica, si tratta delle strategie messe in pratica per ottimizzare il posizionamento di un sito tra i risultati organici, cioè non a pagamento. Se un sito è ben ottimizzato e crea un’esperienza positiva per gli utenti che effettuano una determinata ricerca, Google, per citare solo uno dei motori di ricerca, deciderà di mostrarvi nei primi risultati della SERP (Search Engine Results Page) per tutti quegli utenti che stanno cercando una determinata categoria di prodotto o servizio.

Così facendo riuscirai non solo ad essere visibile anche senza adv, ma potrai assicurarti un traffico maggiore di utenti interessati a ciò che offri.
L’ottimizzazione comprende diversi fattori:

On-Page SEO

Comprende le ottimizzazioni da poter fare all’interno del sito, come:

  • l’incorporamento delle keyword
  • pagine ottimizzate con articoli di blog
  • formattazione pulita dell’URL
  • ottimizzazione della velocità di caricamento della pagina
  • pulsanti per la condivisione dei contenuti sui social

Solo per citarne alcuni.

Off-Page SEO

Include ciò che si può implementare all’esterno del sito, come:

  • creazione di una rete di backlink naturale
  • condivisione dei contenuti su altri canali come i social media
  • social bookmarking, come su Reddit, ad esempio

SEM

Questo acronimo, invece, significa “Search Engine Marketing”, e comprende la SEO ma anche l’aggiunta di SEA, “Search Engine Advertising”, nonché sia la strategia di ottimizzazione del posizionamento sui motori di ricerca che una strategia di advertising che porti tra i risultati a pagamento dei motori di ricerca stessi.

Fa parte delle attività di Digital Marketing per aumentare la visibilità di un sito web e farlo comparire tra i primi risultati a pagamento nei motori di ricerca, quando un utente sta attivamente cercando una parola che richiami il tuo servizio o prodotto, a seconda di come hai impostato la tua campagna.
Quindi, alle ottimizzazioni richieste dalla SEO, si aggiungono altri due elementi per arrivare a:

  • On-Page SEO
  • Off-Page SEO
  • Analisi delle keyword
  • Campagne pay-per-click

Quali possono essere i principali obiettivi della SEM?

  • Benchmarking online, studio dello scenario competitivo
  • Online branding, per aumentare la notorietà della marca
  • Brand monitoring
  • Database building, per avviare altre attività di marketing
  • Lead generation
  • Vendita diretta
  • Assistenza clienti online

Come ottimizzare il tuo sito al massimo

Hai un sito, un ecommerce o un blog e vuoi che sempre più utenti riescano a raggiungerlo?
Hai bisogno di una strategia pensata da professionisti, tenendo conto di tre fattori, prima di avanzare qualsiasi richiesta:

  • Il tuo budget a disposizione
  • Il tempo di cui disponi
  • I risultati che vuoi ottenere

La SEO richiede generalmente più tempo per ottenere dei risultati ma un investimento minore. Al contrario, la SEM aiuta ad ottenere risultati a breve termine ma richiede un investimento proporzionale.

Immagina i 3 elementi citati prima come un triangolo. Per ottenere una figura perfetta ci vuole equilibrio, non puoi voler investire 20€ per ottenere risultati in brevissimo termine e aumentare le vendite del 200%, bisogna avere ben chiari degli obiettivi e calcolare una strategia adeguata che permetta di raggiungerli, per giustificare un investimento e trarne dei vantaggi.

A cosa servono queste ottimizzazioni?

Spesso si pensa che un’ottimizzazione escluda l’altra, ma la vera strategia vincente combina SEO e SEM per limitare gli investimenti e massimizzare i risultati!

Entrambe offrono dei vantaggi per le aziende, in quanto, aumentando il traffico sul sito ed essendo raggiungibili dagli utenti interessati, aumentano inevitabilmente anche le vendite.

Poniamo caso che la tua azienda venda vasi di ceramica.
Quando un utente sta cercando un prodotto specifico, digiterà nella barra di ricerca “vasi di ceramica” e comparirà una lista di risultati, visti normalmente fino al termine della prima pagina.
Hai davanti a te un utente che sta esprimendo attivamente un bisogno ed è quindi interessato ad acquistare, con un processo d’acquisto più o meno lungo a seconda della zona del funnel in cui si trova.

Avere un sito ottimizzato SEO ti permetterà di comparire nella prima pagina, se Google reputerà i tuoi contenuti in linea con quanto l’algoritmo pensa che l’utente stia cercando.
Prima di te, però, compariranno altri 2 o 3 risultati a pagamento, con un annuncio che potrebbe contenere una domanda o delle descrizioni aggiuntive, molto allettanti per l’utente, con l’utilizzo di keyword specifiche o riportando addirittura il testo stesso cercato dalla persona sulla barra di ricerca.

Per arrivare lì e godere di tutto il vantaggio competitivo che si trae dal far navigare sul proprio sito un utente attivamente alla ricerca del tuo prodotto o servizio, non ti resta altra soluzione che occuparti della SEM e investire parte del tuo budget per essere raggiunto.

Così è più chiaro, no?

Se vuoi ottimizzare il tuo sito o ecommerce, contattaci per una call gratuita e raccontaci il tuo progetto. Potremo aiutarti a farti trovare dalle persone interessate a ciò che offri!

Post Correlati

Leave a comment