Meme marketing, come farlo nel modo giusto

Non si tratta di una parola moderna nata con i social, bensì di un termine utilizzato per la prima volta nel 1976 da Richard Dawkins, biologo evolutivo e divulgatore scientifico, per parlare di “viralità” in campo antropologico, definendo meme qualsiasi artefatto culturale condivisibile che si espande rapidamente nella società. Con l’avvento di internet e dei social media, la definizione si è modellata sugli usi odierni ed è diventato per antonomasia riferito al web.

Questa la definizione mirata data da Wikipedia:

“Il termine è usato per indicare delle immagini divertenti, ottenute modificando con delle scritte generalmente in font Impact la foto di un meme vero e proprio. In questo modo si dà una sorta di didascalia parodica alla foto originale”.

Stiamo parlando degli internet meme, la nuova tendenza nella creazione di contenuti che farà restare la tua azienda al passo con le tendenze moderne.

Internet MEME

Si tratta di brevi video o immagini, quasi sempre accompagnati da una didascalia che li rende divertenti. L’ilarità di questi contenuti è la base della loro diffusione virale e quando riesce a raggiungere tante persone, diventa un mezzo eccezionale per far conoscere il proprio brand.

Ma non credere che si tratti di un contenuto semplice da creare! All’apparenza facili da inventare, nascondono dietro un attento studio e molta creatività, per non risultare controproducenti, come successo anche per grandi brand. Il flop è dietro l’angolo, quindi presta la giusta attenzione a questo trend.
I meme, inoltre, utilizzano una determinata forma di linguaggio, un font specifico e un certo stile nativo dei social network, per renderlo perfettamente omogeneo agli altri contenuti in rete.

Come crearli

Che il budget della tua azienda sia alto o basso, abbiamo le soluzioni per te. Nel primo caso potrai permetterti un team di visual content marketing che si occuperà della creazione dei tuoi meme, nel secondo caso ecco qui dei generatori con cui modificare i più famosi meme esistenti o crearne di nuovi da zero, in maniera facile e gratuita:

  • imgflip.com/memegenerator
  • memecreator.org
  • memegenerator.net
  • www.quickmeme.com
  • www.memecenter.com

Ora potrai scegliere se creare un meme originale oppure utilizzarne uno già conosciuto adattandolo alle tue esigenze: qualsiasi cosa tu scelga ricordati che se utilizzerai qualcosa di già conosciuto in rete sarà più facile raggiungere la viralità, ma sarà altrettanto più vincolante perché non potrai dissociarti troppo dal suo utilizzo nativo, già nell’immaginario degli utenti.

Per creare il meme perfetto, analizza quelli che trovi in rete e studia bene il tuo target, così da poterti rivolgere a loro in maniera efficace, non tutti sono interessati ai contenuti visual e chi lo è ha delle determinate esigenze.

I vantaggi dell’uso dei meme

L’utilizzo dei meme è fondamentale per avvicinare il brand ai suoi consumatori, meglio ancora se giovani, poiché utilizza il loro stesso linguaggio.
L’aspetto caratterizzante da tenere bene a mente è l’umorismo: questo è il punto forte e determina la grande diffusione dei contenuti, creando anche pubblicità gratuita per il tuo brand. Se è ben costruito riesce a coinvolgere un’ampia parte degli utenti che lo vedono comparire, avendo così la possibilità di diventare virale e rimanerci molto a lungo.

Un altro vantaggio dell’uso di questi contenuti è il prezzo: nella maggior parte dei casi la loro creazione è gratuita e si tratta di pubblicità non a pagamento che può avere una larga diffusione con facilità, creando traffico sul tuo sito e le tue pagine social e aumentando l’interesse verso il tuo brand.
I meme diventano virali in tempi brevi perché sono già nella testa degli utilizzatori di internet e sono facilmente classificabili, raggiungendo in maniera diretta l’utente.

Su cosa fare attenzione

  1. I meme corrono veloci, come tutto il mondo online. Diventa perciò fondamentale restare al passo coi tempi per non risultare fuori-moda o creare contenuti obsoleti: riutilizza pure vecchi contenuti, ma aggiornati, e non rimanere indietro
  2. Presta attenzione al linguaggio. Gli utenti amanti dei meme si accorgeranno subito se un contenuto non è genuino ed è forzato, quindi non saranno soddisfatti e non condivideranno. È proprio su di loro che vuoi fare presa: informati sul linguaggio standard che è usato online su questo tipo di contenuti. Ricorda di non inserire CTA (call-to-action) o incitamenti ad acquisto o altro, perché ciò sarebbe controproducente, essendo fuori dai principi dei meme
  3. Punta ad un target specifico. Difficilmente potrai creare contenuti divertenti per tutti, quindi concentrati su essere accattivante per il tuo target e i tuoi clienti, sulla tua “clientela tipo” avrai risultati migliori!
  4. Mantieni il “tone of voice” aziendale. Nonostante siano contenuti creati ad hoc per il web e abbiano delle regole ben precise, ricordati che stai pur sempre rappresentando la tua azienda, quindi mantieni lo stile coerente con cosa stai rappresentando, per non creare contenuti che stonano con il resto della tua attività
  5. Ricorda che contenuti meme video diventano virali 12 volte di più. Sta a te fare le tue considerazioni, ma ricordati che anche se richiede più impegno, il contenuto video ti darà risposte più concrete in termini di ricondivisione e visibilità aziendale

Ora che conosci meglio questo strumento, divertiti a creare i meme perfetti per la tua strategia di marketing aziendale!

Post Correlati

Leave a comment