Nuovo anno, "nuovi" trend di marketing!

14.01.2019
|
0 Comments
|

Gennaio è il mese dei migliori propositi, delle considerazioni e previsioni sul nuovo anno. Anche nel marketing. Quali saranno i trend per il 2019? Non serve la sfera di cristallo per intuirli, forse solo un pizzico di buonsenso, di analisi del mercato e dei dati. Vediamo quali sono già realtà, e quali potrebbero diventarlo a breve!

 

Meno annunci, più contenuti

Entro la fine del 2019, circa il 30% degli utenti in rete utilizzerà sistemi di ad-blocking. Questo significa che gli annunci tradizionali rischiano di non raggiungere nemmeno 1/3 dei potenziali destinatari. Ma questo scenario non è di certo nuovo, la perdita di efficacia dell’advertising nasce a monte. Già nel 2015, uno studio Nielsen evidenziava come le prime quattro fonti più affidabili per le persone nelle decisioni di acquisto di un prodotto o di un servizio fossero il passaparola di persone fidate, i siti di brand, quelli editoriali e le recensioni.

Pensiamo, ad esempio, al settore “travel”, e a quanto preferiamo avvalerci di un consiglio di un parente o amico che ha già visitato la destinazione dei nostri sogni. Niente annunci pubblicitari quindi, pressoché nel fondo della lista. Le inserzioni continueranno ad avere la loro importanza, ma sarà necessario un cambio di rotta: dovranno essere percepite come utili, per una esperienza pubblicitaria di valore. Una sfida molto ardua per gli operatori del Content Marketing e dell’Influencer Marketing.

 

La personalizzazione rende unici

Con la disponibilità di dati come la cronologia degli acquisti, il comportamento d’acquisto dei consumatori tracciato dai clic, l’iscrizione a newsletter e molto altro, personalizzare la propria offerta non è mai stato così semplice. Nella tua strategia di marketing, includi questo trend di marketing che punta alla valorizzazione del singolo individuo. Banalmente, se hai una lista di contatti iscritti alla newsletter, modula le mail in base al singolo soggetto, proponendogli le offerte che ritieni più utili e interessanti per lui.  Aziende come Netflix e Amazon, distributori di contenuti in streaming, stanno già sfruttando il potere della personalizzazione per mostrare agli abbonati le serie tv e i film più affini ai loro gusti. Banner, caroselli, grafica e testo: tutto su misura!

 

La rivoluzione della ricerca vocale

Gli assistenti virtuali stanno cambiando il modo in cui cerchiamo le cose. Google Home, Siri o Alexa, grazie a loro le persone non saranno più costrette a digitare le query sui motori di ricerca. Da qualche settimana, possiedo e utilizzo quotidianamente Alexa di Amazon. Il dispositivo ha grandissimi margini di crescita, ma ha già modificato le mie abitudini in fatto di fruizione di contenuti musicali o di piccole ricerche locali, come ad esempio quelle per conoscere i film nelle sale cinematografiche più vicine a casa.

Entro la fine del 2019, molti brand si accorgeranno di questa tendenza, creando applicazioni compatibili con i vari dispositivi per incontrare questo nuovo tipo di ricerche vocali. Anche in ambito SEO, questo trend potrebbe condurre ad una vera rivoluzione. Le query vocali sono più facili per gli utenti e spesso forniscono informazioni in modo più rapido. Ma approfondiremo l’argomento in un prossimo articolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *