Pinterest: cos’è e come funziona

Quando si parla di social, si citano sempre i più conosciuti come Facebook ed Instagram. Lo sapevi che Pinterest è un social network che conta ben 14,7 milioni di visitatori unici in Italia, di cui l’80% sono donne?

Vediamo assieme come funziona per capire se può essere un valido strumento di comunicazione per la tua azienda.

Un social basato sui contenuti visivi

Ebbene sì, il bacino di utenti è molto ampio, ma cosa si trova in questa piattaforma?
Pinterest nasce per la condivisione di spunti ed idee su outfit di tendenza e da lì si è evoluto fino ad oggi per consentire di condividere ed organizzare materiale visivo come foto, video ed immagini.

Il nome deriva da “pin” (spillo, puntina) ed “interest” (interesse), termini che sono entrati poi nel vocabolario comune con verbi come “pinnare”, nonché salvare nella propria raccolta. Ma procediamo con ordine e conosciamo meglio la piattaforma.

Pinterest permette di salvare, o pinnare, i contenuti più interessanti e organizzarli in bacheche, cioè raccolte pubbliche o private di materiale foto e video diviso per tema.
Diventeranno così facili da conservare e consultare in ogni momento!

Perché usare Pinterest

Questo è il social della creatività, dell’engagement visivo, e predilige foto nitide, con colori vividi e studiati ad hoc, ancora meglio se adattati al formato smartphone.
Perché pubblicare o salvare questi contenuti proprio qui?
Pinterest ha delle funzioni singolari:

  • Caricare materiale e organizzarlo per tematica, per consultarlo in ogni momento
  • Trovare spunti ed idee da altri utenti
  • Dare maggiore visibilità ai tuoi canali di comunicazione già esistenti e magari anche aumentare le vendite

Hai letto bene, aumentare le vendite!
Se hai un e-commerce, ricordati che puoi massimizzare i risultati delle tue vendite inserendo i prodotti con delle foto accattivanti sul tuo profilo Pinterest con il link di rimando al tuo shop. Potrà addirittura essere acquistato senza uscire dall’app, ma direttamente all’interno della stessa!

I profili business funzionano particolarmente bene per alcuni settori come food, fashion, travel e simili, poiché riescono a rendere benissimo la loro attività con dei media d’alta qualità e coinvolgenti.
Questo genere di profili permette anche di sponsorizzare i contenuti e accedere alle statistiche, strumento molto utile per valutare il tuo profilo e la tua audience.

Cosa sapere prima di pubblicare

Innanzitutto, partiamo dal vocabolario necessario per orientarti all’interno della piattaforma:

  • Board: si tratta della raccolta tematica di foto e video, così che siano facilmente ritrovabili
  • Pin: immagine o video salvati in bacheca
  • Repin: elemento condiviso da un altro utente che decido di ricondividere sulle mie board

Quando carichi una foto, nel caso tu abbia un sito, inserisci anche il link, per portare traffico al tuo sito web e monetizzare, nel caso di vendita di un prodotto.
Utilizzare gli hashtag (#) dopo delle descrizioni dettagliate di ciò che compare nelle foto e nei video è fondamentale per essere trovati da utenti che già non seguivano il tuo profilo.
Ricorda, inoltre, che c’è la possibilità di programmare le pubblicazioni, così da ottimizzare e organizzare i tuoi tempi.

Consigli per crescere la tua audience

Essendo un social, serve l’interazione!

Salva almeno 10-12 pin al giorno per iniziare ad interagire con gli altri utenti e avere un profilo sempre aggiornato e non soltanto autoreferenziale. Scegli contenuti coerenti con il tuo ambito e visivamente piacevoli vicino alle tue foto.
Inserisci ogni settimana un paio di contenuti a tuo nome, così da aumentare il traffico sul tuo profilo. Inserisci anche sul tuo sito web l’icona di Pinterest, così che sia più facile interagire e condividere i tuoi contenuti.

Hai già creato il tuo profilo Pinterest? Facci sapere nei commenti com’è la tua esperienza!

Post Correlati

Leave a comment