Mobile Marketing: si adatti chi può!

mobile marketingMobile Marketing: il marketing diretto agli utenti collegati allo smartphone o tablet. Sfrutta i dispositivi mobili per comunicare ed interagire con i consumatori in qualsiasi momento della customer journey e guida il valore del marchio e la domanda di prodotti e servizi. Per quale motivo è così importante approfondirlo? Semplicemente perché nel mondo siamo 7,1 miliardi, e possediamo 7,7 miliardi di dispositivi

Tutto il giorno, tutti i giorni

Era il lontano 5 maggio 2015 (un martedì), quando Google “in persona” ufficializzava che le ricerche effettuate dagli utenti su mobile, in bel 10 Paesi tra cui Giappone e Usa, avevano superato quelle da desktop, “una incredibile opportunità per i marketer di raggiungere le persone attraverso i nuovi touchpoint – punti di contatto – del loro percorso d’acquisto“. Il mobile consente a chi lavora nel marketing di raggiungere  un pubblico molto più ampio, e soprattutto in un tempo reale e personale.
Personale perché ormai viviamo in simbiosi con il nostro dispositivo mobile di fiducia, un vero prolungamento della nostra mano. Retorica? Forse. Ma sta di fatto che il 79% degli utenti in possesso di uno smartphone lo tiene accesso, o vicino, per tutte le ore del giorno tranne due. E quattro su cinque lo controllano nei primi 15 minuti dal risveglio.
mobile marketing

Mobile Strategy: come si costruisce?

Per creare una strategia mobile, e non, è essenziale una considerazione sul pubblico di riferimento. Definire la buyer persona (l’acquirente tipo) aiuta a comprendere quali canali di mobile marketing conviene utilizzare. Ciò che è abitudine per un cliente, potrebbe non esserlo per un altro. Perché è così importante aver delineato i tratti della nostra buyer persona?

  1. per determinare quali touchpoint hanno più “senso” per quella specifica audience
  2. per capire i contenuti e i formati da creare
  3. per il tono della comunicazione e lo stile dei messaggi
  4. per sapere dove il mio target ottiene le informazioni necessarie per una scelta d’acquisto consapevole 

La successiva definizioni degli obiettivi di mobile marketing dovrebbe essere oggi parte integrante delle iniziative aziendali (non lo è quasi mai). Possiamo avere differenti KPI (indicatori di performance) a seconda della categoria degli obiettivi che intendiamo raggiungere:

  • KPI di engagement: numero di download dell’App, frequenza e durata dell’attività mobile, numero di clienti che accedono al sito ufficiale da smartphone, livello di interazione per le campagne SMS e MMS, e così via
  • KPI di lead e sales: spesa per ogni utente da rete mobile, acquisti in App, tasso di conversione, e molti altri

 

SMS, vecchi ma buoni

L’SMS (o il cugino moderno MMS) può essere un ottimo strumento di mobile marketing. Il motivo è semplice: l’open rate di un “messaggino” è imbattibile, circa il 98%, contro il 20% delle e-mail. Pensateci, quante volte vi capita di non aprire immediatamente un SMS? Praticamente mai. Il tasso di engagement è 8 volte superiore alle mail. I coupon rilasciati attraverso messaggi SMS hanno un percentuale di utilizzo 10 volte superiore a quelli cartacei. Quindi, quando è meglio utilizzarsi per la propria strategia?

  1. promozioni speciali, saldi, offerte lampo
  2. reminder per appuntamenti
  3. info di partecipazione a contest
  4. stato degli ordini online

 

Mobile app, aggiungila al tuo mix!

Hai mai pensato di inserire una App nel tuo marketing mix? Potresti, dovresti. Ok, hai ragione, non parliamo di un piccolo investimento, la creazione una buona applicazione richiede costi e tempistiche non indifferenti. È una decisione critica, da prendere con estrema attenzione, analizzando preventivamente la tua attività, i tuoi clienti e il mercato in cui operi.
Solo su Google Play ne esistono oggi circa 3 milioni, ma un utente su dieci ne utilizza circa 10 giorno e 30 al mese. Di solito gli obiettivi più frequenti raggiungibili tramite App sono acquisizione (per portare l’utente a registrarsi e lasciare i propri dati), engagement (per aumentare la fedeltà dei clienti) oppure conversione (sostanzialmente vendere, vendere, vendere).
mobile marketing

Post Correlati

Leave a comment