Apple lancia le nuove creature. Huawei risponde col viral!

Qualche settimana fa, Apple ha lanciato sul mercato le sue nuove creature: iPhone XS e XS Max. E come sempre accade, i riflettori si sono spostati velocemente sul brand di Cupertino. Difficile non accadesse. Ma questa volta, l’occasione è stata colta al volo da un rivale diretto, Huawei. La società cinese ha risposto con una brillante campagna di viral marketing.

La trovata

Siamo ormai abituati a vedere file chilometriche di fanatici Apple, appostati fuori dai punti vendita ad orari improponibile della notte, in tenda o sistemazioni di fortuna. E infatti, la contromossa di Huawei è andata in scena nei pressi dello store di Orchard Road, a Singapore: alcuni addetti, con addosso una maglietta con in logo ben di Huawei chiaramente stampato, intorno alle 23, hanno iniziato a distribuire gratuitamente dei power bank da 10.000 mAh, logicamente della stessa società cinese, ai clienti Apple in coda per acquistare i nuovi smartphone.

Il payoff

Eloquente la dicitura sulla confezione regalata: “Ecco un power bank, ne avrai bisogno. Per gentile concessione di Huawei“. La scelta della parola “bisogno” non è casuale, racchiude infatti una velata critica alle batterie dei nuovi Apple, che per quanto riguarda la capacità pura e semplice, non tengono testa a quelle che equipaggiano i dispositivi Android, nello specifico dei Huawei (iPhone XS e XS Mas raggiungono rispettivamente 2650 mAh e 3174 mAh).
viral marketing

Oltre alla trovata di Singapore, il brand cinese ha deciso di costruire un’iniziativa di viral marketing più articolata presentandosi anche nel Regno Unito con il caratteristico “Ju%ice Van“, un furgone in cui il team di Huawei ha dato la possibilità agli utenti Apple in coda sia di ricaricare i cellulare (ecco spiegato l’uso del simbolo %), sia di rifocillarsi con succhi di frutta, ovviamente senza “senza tracce di mela“!
Decisamente delle trovate brillanti e responsive che dimostrano come il viral marketing sia un ottima soluzione per far parlare di sé a costi irrisori e con un risonanza mediatica sui social eccezionale.

Post Correlati

Leave a comment