La pubblicità presto anche su WhatsApp

29.11.2018
|
0 Comments
||

Qualche settimana fa è arrivata la conferma ufficiale: la pubblicità approderà su WhatsApp all’inizio del 2019 anche nel nostro Paese. Lo ha dichiarato Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia, intervistato dalle agenzie di stampa a margine dell’EY Digital Summit.

“Nel primo trimestre del 2019 gli spot saranno visibili su WhatsApp, ma al momento solo nelle Storie proposte nello Stato dell’applicazione”. Per adesso, quindi, niente pubblicità direttamente all’interno della chat di testo tra gli utenti. “Al momento no”, ha precisato Colombo. Su WhatsApp sono postate ogni giorno qualcosa come 450 milioni di storie, contro le 300 milioni di Facebook e 400 di Instagram. Un dato che senza dubbio sorprende, considerata la natura del social, orientato prevalentemente allo scambio di messaggi.

Il progetto degli spot rientra in un piano più ampio definito da Facebook per iniziare a monetizzare il suo servizio di istant messaging, rendendolo uno strumento utilizzabile dalle aziende grazie a varie funzionalità dedicate. Già da agosto la società ha comunicato il prossimo lancio dei primi servizi a pagamento, una sorta di WhatApp Business.

“L’istant messaging – ha proseguito Colombo – sarà presto uno strumento di business, è la prossima frontiera. Dal prossimo anno vogliamo dare la possibilità alle imprese di interfacciarsi con i consumatori su WhatsaApp attraverso un protocollo Ip e creare così un canale di comunicazione per loro con i clienti”. La garanzia per gli utenti resta quella di “evitare tassativamente fenomeni di spamming o di intrusione”.

Il dialogo via chat con i consumatori sarà un trend del 2019 che le aziende devono studiare, per poi adattarsi alle abitudini del proprio target. Nonostante lo smartphone sia sempre in mano, siamo sempre meno inclini a telefonare, preferendo invece una comunicazione più rapida tramite messaggi di testo o vocali.

Il social “sarà inoltre dotato di un sistema di notifiche per i consumatori”, una funzionalità per adesso in fase di test che permetterà di inviare fatture ed eventuali promozioni, messaggi solitamente spediti via sms o mail.

In conclusione

I tanto temuti annunci pubblicitari faranno presto la loro comparsa all’interno degli stati dell’App. Il fastidio per gli utenti? Forse ancora sopportabile, ma non è escluso che gli spot verranno in seguito collocati anche in altre aree, come ad esempio il menù. Vedremo l’evoluzione degli aggiornamenti, ma sta di fatto che l’occasione per le aziende è interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *