Ads su Youtube: sempre più annunci interattivi!

15.11.2018
|
0 Comments
||

Questo articolo è comparso su Think With GoogleVe lo riproponiamo, tradotto, per evidenziare come gli annunci interattivi su Youtube siano un formato che garantisce più risultati in termini di conversioni. Sono inseriti anche alcuni esempi interessanti. Buona lettura!

 

Gli spettatori concentrati sono pronti alla conversione

Vi siete mai chiesti come riparare un termosifone, come ridipingere un muro della camera da letto o le prestazioni di un prodotto prima di acquistarlo? Ci sono buone probabilità, allora, che siate passati su Youtube per trovare le risposte che cercavate. E non siete i soli. Alcune ricerche inglesi hanno confermato che una grande quantità di video su Youtube risponde al bisogno di imparare qualcosa, e che l’83% degli spettatori sono completamente immersi nella visione dei contenuti.

Questo dato porta a una considerazione: l’ads in formato video non ha mai raggiunto evidenti risultati sugli utenti, che possono in fin dei conti soltanto guardare la pubblicità. Molti brand hanno compreso questa problematica, cercando un modo per stimolare i propri consumatori, portandoli a compiere delle azioni concrete.

Oggi, l’utilizzo da parte delle Aziende di video che interagiscano con gli spettatori è in forte crescita, e il tasso di conversione è aumentato del 100%. Ecco qualche esempio di brand che ha trasformato l’attenzione in azione.

 

Andare oltre i dati demografici per attrarre l’audience

Sempre più brand non si limitano ad analizzare i dati demografici per intercettare la propria audience di riferimento. Adesso utilizzano gli strumenti e i dati di Google per raggiungere gli utenti di Youtube che li hanno precedentemente ricercati sul motore di ricerca.

Un caso concreto è quello riguardante il lancio della nuova Yaris Hybrid. La Toyota in Italia ha utilizzato la funzione di Google “custom intent audience” per far arrivare il proprio messaggio a tutte quelle persone che avevano cercato il termine “Yaris” su Google nei sette giorni precedenti la campagna su Youtube.

Risultato? Più di 6000 visite in concessionaria nel giro di un mese. Ben oltre il doppio dei risultati ottenuti con le precedenti sponsorizzazioni TrueView, dove venivano utilizzati sono i dati demografici per segmentare il pubblico.

 

La creatività massimizza le performance su Youtube

Le Aziende oggi stanno puntando su contenuti video in cui la linea di demarcazione tra intrattenimento e advertising è sempre più labile, sfruttando messaggi creativi e personalizzati che risultino adatti alla piattaforma Youtube e unici per consumatori.

Yoox, uno degli e-commerce di abbigliamento di lusso più conosciuti al mondo, ha creato degli spot esclusivamente per Youtube, mostrando un solo prodotto alla volta. Un conto alla rovescia di 25 secondi e un prezzo: una strategia volta ad attirare l’attenzione del possibile cliente, facendo scaturire in lui un senso di urgenza. Anche in questo caso, i risultati sono stati ottimi: la campagna ha fatto registrare il 37% di vie-through rate, un dato del 23% migliore rispetto ad altre campagne dello stesso settore di mercato.

 

I video stanno diventando sempre più centrali nell’esperienza di navigazione online, le barriere all’azione nelle pubblicità si stanno sgretolando ed è più facile realizzare delle conversioni. Questo anche grazie all’attenzione che gli utenti dimostrano durante la visione dei contenuti su Youtube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *