Aggiornamento algoritmo Facebook Nuovi fattori di ranking per pagine e gruppi?

algoritmo facebook

Novità da Facebook. Dopo aver annunciato all’inizio del mese un aggiornamento dell’algoritmo che regola il News Feed, focalizzato sull’incentivare la visibilità dei post condivisi dai contatti a cui teniamo maggiormente, il social ne ha esteso gli effetti aggiungendo nuovi segnali di ranking per i contenuti di pagine e gruppi a cui gli utenti sono interessati.

Come cambia il News Feed?

Facebook ha spiegato come utilizza i sondaggi rivolti agli iscritti per valutare la reale efficacia dell’algoritmo che guida il Feed delle notizie, così da decidere in che direzione muoversi:

“Abbiamo di recente chiesto alle persone su Facebook di elencarci gli amici che ritenevano più vicini. Abbiamo analizzato i modelli di comportamento che emergono da questi risultati, come ad esempio essere taggati nelle stesse foto, periodicamente reagire o commentare gli stessi post o registrarsi nei medesimi luoghi. Fatto ciò, abbiamo inserito questi schemi  all’interno del nostro algoritmo”. 

Nel nuovo aggiustamento, Facebook ha dichiarato di aver rilasciato due modifiche rivolte ai contenuti di pagine e gruppi, e a cosa gli utenti vogliono vedere di più o di meno nel proprio Feed.

“Siamo consci che che le amicizie non siano l’unico motivo per il quale le persone accedono a Facebook. Molti utenti vogliono vedere le ultime condivisioni delle pagine che seguono e dei gruppi a cui sono iscritti. Oltre a intervistarli per sapere a quali amici di sentono più legati, abbiamo iniziato due sondaggi per domandare alle persone 1- quanto sono interessate ai post di specifiche pagine che seguono e 2- quanto considerano importanti i gruppi di cui fanno parte”. 

Sulla base delle risposte, il social ha annunciato di aver modificato l’algoritmo del News Feed per dare priorità alle pagine e ai gruppi a cui gli utenti potrebbero essere interessati.

Ma come si stabilisce il coinvolgimento di una persona verso una pagina o un gruppo? “Alcuni di questi indicatori – specifica Facebook – includono da quanto tempo si segue quella determinata pagina o si parte di quel gruppo, da quanto tempo si interagisce con questi e quanto spesso questi gruppi o pagine postano contenuti”. 

Cosa esattamente comporteranno questi cambiamenti per i gestori di pagine e gruppi non è ancora chiaro. Certo, sapere quanto tempo un utente trascorre su una pagina o su un gruppo può aiutare nella creazione del perfetto calendario editoriale. Quindi nel feed vedremo i post delle pagine più attive? Postando ogni ora ci ritroveremo il Feed intasato? Anche in questo caso Facebook ha chiarito alcuni dubbi:

“Postate frequentemente – Non preoccupatevi di eccedere. L’obiettivo del News Feed è mostrare a ogni persona solo le storie a cui è maggiormente interessata, quindi non è sicuro che tutti i vostri post appaiano nel Feed degli utenti”. 

Essere presenti con costanza è da qualche anno la migliore delle strategie. Non si tratta di un bombardamento di contenuti, ma di un presidio di qualità. Postare con una buona frequenza su una pagina (o gruppo) dovrebbe quindi assicurare all’algoritmo quantomeno un numero sufficiente di contenuti tra cui scegliere quali mostrare a seconda del singolo iscritto. Vedremo quale impatto comporterà questa modifica dell’algoritmo.

 

 

Fonte: traduzione dell’articolo “Facebook Adds New Page and Group Ranking Factors into News Feed Algorithm” di SocialMediaToday.

Post Correlati

Leave a comment