Guadagnare con un blog? Si, è possibile!

17.07.2018
|
0 Comments
||

Abbiamo spesso parlato di blogging e dell’importanza che ricopre nella costruzione di una strategia di contenuti, per quasi ogni tipo di business. Ma è possibile guadagnare scrivendo articoli e postandoli online? Si, ma non pensate che la monetizzazione avvenga esclusivamente con tecniche automatiche. Sono solo favole.

O meglio, ci sono sistemi che utilizzano il blog per trovare lavoro e clienti. Altri per fatturare grazie a sistemi pubblicitari e di affiliazione, che portano introiti nel tuo salvadanaio nel momento in cui gli utenti che approdano sulle tue pagine compiono determinate azioni. Ma per ottenere tutto questo non basta esserci, la concorrenza nella maggior parte degli ambiti è spietata e riuscire ad emergere è impresa non da tutti. Oggi ti mostro come potresti guadagnare grazie ad una buona strategia di contenuti e un blog con discreti numeri.

1. Pubblicità ed affiliazioni

Di Aranzulla ce n’è uno. Questo è chiaro. Ma l’esempio calza: il lungimirante Salvatore fattura milioni di euro in advertising ogni anno con un singolo blog. Come? Perché si è mosso prima di tutti, in un momento in cui parlare di SEO, Adv e affiliazioni sembrava ancora materia per pochi. Ora, per ogni problema esiste una pagina del suo sito per risolverlo. E i grandi brand lo sanno.

Conosci Adsense? È un programma di PPC che sostanzialmente permette alle aziende di pubblicizzarsi su una rete di siti gestita e controllata da Google. Il possessore del blog, soprattutto quelli con un numero di utenti mensili alto, mette a disposizione degli spazi (con costi diversi a seconda della posizione) per la pubblicità dei brand. Google controllerà personalmente la qualità degli annunci e l’attinenza con le pagine del tuo sito, ma l’ultima parola spetta a te: potrai bloccare quelli indesiderati in qualunque momento.

Un altro sistema per generare introiti è quello dell’affiliazione. È una sorta di accordo che stipuli con una azienda. Ti faccio un esempio: se sei affiliato con Amazon, e decidi di inserire nel tuo blog dei link diretti a determinati prodotti in vendita su questo e-commerce, guadagnerai una percentuale se l’utente completerà l’acquisto in un lasso di di tempo prestabilito. Questa strategia è garantita dall’utilizzo di URL tracciati che riescono ad attribuire la conversione a quello specifico clic.

 

Guadagnare con un blog

2. Lavori editoriali

Sei un opinion leader in un determinato settore, anche di nicchia? Bene, potresti cominciare a guadagnare anche semplicemente scrivendo e facendoti pagare per il tuo operato. Mi spiego meglio. Su molti blog fioccano recensioni su prodotti o servizi, pareri ed opinioni più o meno pilotati. Ma ad ogni modo ben pagati, se l’audience che ti legge quotidianamente è rilevante e coerente con il brand che ti “commissiona” l’articolo.

Il prezzo lo stabilisci te, ma anche il mercato. Difficile ipotizzare una cifra, dipende molto dall’ambito di riferimento e dall’autorevolezza che ti sei faticosamente costruito, ma una cartella (articolo) completa potrebbe farti guadagnare intorno ai 50/100 euro.

3. Inbound Marketing

È la strategia più raffinata, diciamo così. Con il blog puoi farti trovare quando le persone hanno effettivamente bisogno di te, soprattutto se hai un buon posizionamento su Google per determinate chiavi di ricerca, meglio ancora se queste sono “informazionali” (ad esempio guide e tutorial) o transazionali (per chi cerca un prodotto o un servizio).

Non guadagnerai in modo diretto come accade per i primi due casi, ma se hai creato un buon flusso interno verso le landing page puoi fare in modo che il traffico generato dal blog si trasformi in qualcosa di diverso:

  1. nuovi clienti: puoi farti conoscere come autorità in uno specifico ambito ed entrare in contatto con persone e brand che lavorano in quel mondo. Ogni giorno un articolo, ogni giorno un confronto. All’inizio dovrai sudare, è sicuro, ma i risultati sul lungo periodo saranno più duraturi di qualunque tipo di pubblicità
  2. vendere prodotti e servizi: una logica simile vale anche per chi sfrutta il blog in termini differenti, più pragmatica ma sempre basata sulla strategia dell’inbound marketing. Se hai un e-commerce non hai bisogno di tante visite, ma solo di quelle giuste. La gestione dei contenuti e l’ottimizzazione SEO sono tasselli fondamentali

E quindi…?

Si, guadagnare con una attenta strategia di contenuti ed un blog è possibile, e le strade sono diverse. Certo, meglio se riesci ad andare oltre la classica pubblicità su internet e l’inserimento di due o tre banner. Non è per tutti, ma solo per chi genera migliaia di utenti giornalieri. Prova a puntare sull’inbound e magari su nicchie di mercato in cui la concorrenza è minore e dove potresti accreditarti agli occhi di un’audience piccola, ma fedele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *