Social Selling: diventa utile per i tuoi potenziali clienti

Conosci la differenza tra Social Selling e Social Media Marketing? No, non parliamo di “essere social” per forza, ma di evolvere la tua strategia di vendita online, per implementare quella offline.
Scopri come.

Non disturbare, ma essere utili

Il social selling è un’azione di marketing importantissima per un commerciale che vuole utilizzare i social per ottenere dei Lead.
Hai letto bene, non abbiamo scritto “per vendere”, perché il Social Selling si basa su altri principi, come il creare delle relazioni online e offline con dei potenziali clienti, fornendo loro dei contenuti interessanti e utili.

Secondo uno studio della Forrest Research, il 57% dell’esperienza di un consumatore avviene prima che il venditore sia coinvolto, ecco perché è nato ed è così importante il Social Selling!
Le tecniche di vendita tradizionali si stanno evolvendo per rimanere al passo con l’era della digitalizzazione e cercano, perciò, i Leads dov’è possibile entrarvi in contatto.

Quali sono quindi gli obiettivi della tua presenza online, in un’ottica di Social Selling?

  • Avvicinare potenziali clienti con tecniche non invasive
  • Interagire con loro attraverso i social media
  • Pubblicare contenuti di valore per il tuo pubblico

Social Media Marketing vs Social Selling

Troppe volte questi due termini vengono confusi, ma chiariamo un po’ le idee:

  • Social Media Marketing: quell’area del marketing che si occupa di generare visibilità sui social media
  • Social Selling: l’attività con cui gli addetti alle vendite utilizzano i social per entrare in contatto diretto con i loro potenziali clienti, avvicinandosi ad essi finché non saranno pronti all’acquisto. Si impegna a creare clienti fidelizzati piuttosto che tentare la vendita con contatti freddi.

In questo utilizzo dei social, infatti, non si punta direttamente alla vendita, ma ad un percorso più complesso che mira ad un rapporto di fiducia con il cliente.
Nel B2B, il 75% dei buyer utilizzano i social media, quindi stai certo che il bacino da cui puoi attingere per trovare il tuo pubblico è molto ampio.

Come creare una buona strategia di avvicinamento

Iniziamo dalla base: crea un brand professionale online e delle pagine social specifiche per la tua figura professionale (no, quindi, a post sul tuo profilo e richieste di amicizia inviate a chiunque, come le tipiche azioni di spam).

Dopo aver scelto la piattaforma su cui iniziare il tuo progetto e dove pensi di trovare i tuoi possibili clienti (ti consigliamo di iniziare da una), utilizza gli strumenti interni per individuare il tuo possibile target, iscrivendoti a pagine e gruppi dove potrai monitorare i gusti e le evoluzioni dei tuoi potenziali clienti, creando così la tua pipeline, nonché rete di relazioni.

Monitorando il tuo target sarai in grado di comunicare con esso in maniera più efficace e sceglierai gli argomenti giusti con cui intrattenerlo.
È fondamentale, infatti, creare contenuti interessanti, utili e professionali!

Ciò ti aiuterà a monitorare i risultati e le risposte del tuo network, oltre ad allargare la tua rete e costruire solide relazioni con PERSONE e non semplici e freddi “contatti”.
Per studiare una strategia vincente, soprattutto nelle grandi aziende, gli uffici vendita e marketing devono muoversi di pari passo e creare una strategia di personal brand studiata nei minimi dettagli.

I consigli su Misura

  • Usa contenuti di rilievo per attrarre possibili clienti
  • Monitora gruppi di interesse o profili selezionati per seguire i trend che suscitano più interesse nei tuoi clienti e le necessità del tuo target, rimanendo sempre aggiornato
  • Elimina messaggi standard e cerca di personalizzare ciò che scrivi, comunichi o dici, in base a chi hai di fronte
  • Ricordati che la professionalità è fondamentale per creare una figura rispettabile e di fiducia per i tuoi nuovi contatti

Tu stai già intraprendendo un’attività di Social Selling? Faccelo sapere nei commenti.

Post Correlati

Leave a comment