SEO per Youtube: come migliorare la visibilità dei video

2.08.2018
|
0 Comments
||

Secondo studi recenti, entro i prossimi 5 anni, la comunicazione sul web sarà per l’80% veicolata tramite video. Sempre più aziende e marketer stanno utilizzando questo formato per promuovere i prodotti, i servizi o semplicemente per coinvolgere la fan base. I video, più delle parole e delle immagini, rimangono impressi nella mente degli utenti/consumatori. Una freccia importante quindi, ma che bisogna saper utilizzare al meglio. Vediamo in questo articoli alcuni accorgimenti che potrebbero influenzare il posizionamento dei tuoi contenuti sulla SERP di Youtube.

Youtube SEO

Come anticipato nell’articolo precedente (Algoritmo Youtube: quali fattori influenzano il ranking?) la correlazione tra le tecniche di ottimizzazione SEO e un miglior ranking sulla SERP di Youtube non è cosi marcata. I fattori importanti restano altri:

  1. il coinvolgimento generato dal video, quindi i minuti effettivamente visionati dall’utenza
  2. il numero di visualizzazioni
  3. i commenti
  4. le condivisioni
  5. il numero di iscritti al canale

 

Tutti elementi che non dipendono propriamente da noi. O meglio, sono frutto di una pianificazione sul lungo periodo e della capacità di creare contenuti di estrema qualità ed interessanti (o virali) quanto meno per l’audience di riferimento. Ma il risultato non è comunque garantito.

Le tecniche SEO sono invece direttamente gestibili, aiutano a far comprendere alla piattaforma il contenuto del video, senza però incidere in maniera determinante su un miglior posizionamento. Sono riassumibili in questi 5 punti:

  1. inserisci la keyword principale nel titolo del video e nella descrizione
  2. nomina la parola chiave all’interno del video
  3.  usa molti tag coerenti con l’argomento in questione
  4. prova a infilare qualche hashtag nella descrizione

 

Pensa come la tua utenza

Sostanzialmente Youtube valuta un video in base al modo in cui le persone interagiscono con esso. La ricerca e l’utilizzo delle giuste parole chiave diventa quindi uno step fondamentale. Si tratta di una keyword reserch simile a quella applicabile sulla SERP di Google. Attuando un’attenta selezione delle parole chiave andremo a dire sia a Youtube che a Google per quali query vogliamo apparire. Esistono svariati tool gratuiti che ti permettono di orientarti nella scelta: KeywordTool.io e Ubersuggest sono i più pratici.

Ma ricordati che Youtube ha una sua barra di ricerca: non sottovalutare i suggerimenti che la piattaforma ti fornisce perché in sostanza sta mostrando le esatte keyword digitate dall’utenza per quella tipologia di contenuto. Anche consultare Youtube Analytics ci dice cosa cercano esattamente gli utenti e per quali di queste parole chiave appare il nostro video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *