Landing page: cos’è e a cosa serve

Hai sentito spesso parlare di landing page ma non sei ancora sicuro di quale sia il suo scopo?
Oggi ti raccontiamo perché è diversa da un sito web e come è fondamentale per la tua strategia digitale.

“Pagina di atterraggio”

La landing page è un elemento chiave del digital marketing, con una struttura totalmente diversa dai siti web.
Letteralmente il suo nome significa “pagina di atterraggio”, ma se dovessimo provare a definirla in maniera più precisa dovremmo dire che “una landing page è una pagina realizzata con l’obiettivo di convertire i visitatori in Lead (contatti) o clienti”.

Contestualizziamo.
Stai creando una campagna pubblicitaria online e vuoi che i tuoi utenti atterrino su una pagina specifica per fare un’azione che strategicamente ti è utile. Ecco che ti serve una Landing page!
I tuoi obiettivi possono essere:

  • Far compilare un modulo di contatto
  • Invogliare ad acquistare subito

In entrambi i casi, la pagina è creata con uno scopo preciso e l’utente che ci finisce sopra dopo aver cliccato su un risultato di ricerca o un banner online, dovrà avere ben chiaro cosa gli viene richiesto.
Ricordati che chi entra su queste pagine specifiche, ha già fatto un passo verso di te e si trova in una parte del funnel totalmente diversa rispetto a chi capita casualmente sul tuo sito per reperire qualche informazione.

Squeeze o Sales Page?

La Landing Page è, per antonomasia, legata al concetto di conversione, poiché il suo scopo è quello di raggiungere un fine.
Non dovranno mancare, nella tua Landing, elementi che guidino il tuo lettore in uno step successivo del funnel, spiegando una problematica, facendo capire come la risolverà e magari presentando anche i feedback di altri utenti così da aumentare l’affidabilità del tuo brand.

A seconda del tuo obiettivo, la tua Landing può essere strutturata in uno dei seguenti modi:

  • “Squeeze Page”, dove le informazioni sono spremute al massimo per essere visibili in poco tempo e magari in una sola schermata. Il modulo di contatto è la parte principale di questa pagina ed è quello che balzerà subito all’occhio.
  • “Sales Page”, creata appositamente per concludere una vendita, quindi con l’azione di acquisto messa in evidenza e un rimando eventualmente al carrello del proprio sito. Ricorda, però, che non tutti i prodotti sono adatti alla vendita online. Per quelli che non lo sono, concentrati a reperire dei dati di contatto così da toccare gli utenti più avanti con operazioni di marketing più precise.

Come si creano

Per creare la tua Landing Page, puoi utilizzare i classici sistemi di creazione siti oppure anche Canvas, se sei alle prime armi.
Ricorda, però, che con quest’ultimo si tratteranno solo di landing disponibili da mobile e su Facebook, quindi fortemente limitate.

Utilizza un Lead Magnet, quindi un contenuto gratuito, per generare Lead. Alcuni esempi possono essere Ebook, Buoni sconto, Consulenze gratuite, Campioni omaggio, Concorsi e tanto altro…

Una volta deciso cosa offrire, non ti resta che creare adeguatamente una schermata accattivante e far si che compaiano i seguenti elementi, tutti fondamentali per una buona riuscita della tua campagna:

  • Titolo d’impatto, che subito attiri l’attenzione
  • Copy (testo) che porti ad un’azione ben precisa
  • Visual, elementi foto e video che sono velocemente elaborati dal cervello e quindi contribuiscono a coinvolgere il lettore
  • Call-to-action, che dev’essere chiara e portare il tuo utente ad effettuare una conversione
  • Elenchi di benefici
  • Testimonianze, per rassicurare un potenziale cliente della validità della tua proposta
  • Pulsanti social, così che sia semplice condividere la tua Landing con altri contatti

Consigli su Misura

Ricorda che la Landing Page va ottimizzata SEO come dei regolari siti internet, così che sia mostrata ad un alto numero di utenti potenzialmente coinvolti.

Per renderla più efficace e monitorarla adeguatamente, togli il menù di navigazione, così da non dare “vie di fuga” all’utente, e crea una Thank You Page così da monitorare ulteriormente le conversioni.

Oltre alla conversione che vuoi ottenere, ricorda a chi stai parlando. Si tratta di utenti che non hanno barriere d’entrata, sono arrivati a te perché sono interessati ad un determinato argomento e probabilmente conoscono già anche il tuo brand, non si trovano in un punto del funnel uguale ai visitatori anonimi.. Si tratta di potenziali clienti già interessati all’acquisto, dovrai rivolgerti a loro come tali.

Anche se hai un sito web, ricorda che la Landing Page è importante e la creazione di uno non esclude l’altra.
Utilizza questa pagina specifica per convertire, per raccogliere contatti e ampliare/creare un buon database e strutturare un’infallibile strategia di marketing per seguirli nel processo decisionale.

Tu hai già usato delle Landing Page? Le trovi utili?
Faccelo sapere nei commenti!

Post Correlati

Leave a comment