Analisi della concorrenza: quali sono i migliori tool?

10.07.2018
|
0 Comments
||
tool per l'analisi della concorrenza

Un’efficace strategia di marketing online si ottiene dalla successione di determinati passaggi: possiamo aver bisogno della SEO per ottimizzare i contenuti creati e renderli più facilmente reperibili, della costruzione di una solida link building che ci renda più credibili agli occhi dell’utenza, oppure può essere necessario intervenire sulle piattaforme social e sulla “coltivazione” di una fan base attiva, e via dicendo.

Sono tutti step che partono da una attenta analisi della realtà che rappresentiamo. Spesso, però, prima di iniziare a spremersi le meningi sul da farsi, è sempre opportuno dare una sbirciata a come si sta muovendo la concorrenza del mercato in cui abbiamo intenzione di inserirci o di cui facciamo già parte. Come? Con alcuni tool nati per fornire dettagli e statistiche che possiamo sfruttare per creare la nostra strategia online. Vediamo quali.

Premessa: alcuni dei tool inseriti in questa breve lista presentano diverse versioni di utilizzo, dalla “free” (gratuita e con meno funzionalità), fino a quella aziendale o “pro” (completa e meglio strutturata).

Mention

Ottimo tool che rientra nella categoria del “brand monitoring“. Con l’acquisto della versione aziendale puoi avere tutti i vantaggi di questa suite: monitoraggio delle parole chiave, l’analisi dei contenuti del web per trovare le query che ti interessano e il nome (le menzioni) dei tuoi concorrenti. Svolge un lavoro molto simili a Google Alert, ma senza sbavature. Per gli esperti di Digital PR è senza dubbio la soluzione di monitoring migliore.

Marketing Grader

Strumento semplicissimo e immediato. Permette di definire in pochi passaggi i punti essenziali di un sito web, presentandoli con una grafica comprensibile “a punteggio“.

tool per l'analisi della concorrenza

Ognuna delle categorie (performance, mobile, SEO e security) è analizzata successivamente nel dettaglio. Oltre che fornire dati sulla concorrenza, permette di capire in quale direzione muoversi per ottimizzare il sito internet.

 

SemRush

Costoso nella sua versione aziendale, ma in assolto il miglior tool per creare un confronto utile e completo tra due siti web. Stima del traffico, delle query più fruttuose, del posizionamento e dei relativi concorrenti, con SemRush puoi ottenere un report coi fiocchi. La prova gratuita limita notevolmente le potenzialità della piattaforma, oltre che consentire solo 10 ricerche giornaliere (troppo poche anche solo per visionare tutte le sezioni necessarie al confronto tra i siti).

 

SimilarWeb

Tool molto interessante, per certi aspetti simile a SemRush. Basta inserire il link del sito da analizzare per ottenere subito ogni genere di informazione : ti suggerisce i siti simili (funzionalità da cui prende il nome), le query che generano più contatti, il ranking mondiale ed italiano, una stima del traffico (nella versione gratuita è meno preciso di SemRush), la presenza di pubblicità a pagamento e tanto ancora.

 

Whats My Serp

Recentemente aggiornato nella veste grafica, è uno strumento SEO che anche nella versione free si rivela utile per valutare il posizionamento dei proprio contenuti sul web e quelli della concorrenza.

tool per l'analisi della concorrenza

Inserisci il dominio del sito da analizzare, la rispettiva regione e le keyword per le quali desideri effettuare il test. Il pochi secondi puoi scoprire in che posizione sulla Serp di Google si trova la pagina per quella specifica parola chiave (puoi anche tenerne lo storico – “precedente – successiva – migliore”).

 

Concludendo

Questa è una breve lista degli strumenti che solitamente consulto per l’analisi della concorrenza online. Ti forniscono informazioni interessanti, ma ricorda che nessuno di questi può sostituire la tua capacità di analisi, il tuo istinto e preparazione.

I tool sono utili, ma da soli non creano la strategia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *